Installare Firefox 3

3 08 2008

Questa è la traduzione e adattamento di della guida postata in questo blog per installare Firefox 3 in modo che si sostituisca completamente al 2 senza andare a modificare configurazioni o icone.

  • Ora apriamo il terminale premento Alt+F2 e scrivendo terminal
  • posizioniamoci nella cartella dove abbiamo scaricato il file con il comando:
cd /home/user/Desktop
  • cambiando eventualmente la cartella e diamo i seguenti comandi:

su
tar -jvxf firefox*bz2
mv firefox /opt

  • Il prossimo passaggio servirà per copiare il nuovo Firefox nella cartella del 2 e spostare quest’ultima da un altra parte.

sudo mv /usr/bin/firefox /usr/bin/ff2
sudo ln -s /opt/firefox/firefox /usr/bin/firefox

  • Il prossimo passaggio è quello di linkare i plug-in di Firefox 2 (da non confondere con le estensioni) in Firefox 3. In seguito puoi disabilitarli se nn ti servono.

ln -s /usr/lib/mozilla/plugins/* /opt/firefox/plugins

  • Assicurati di non avere Firefox 2 in esecuzione.
    Dovrai creare un nuovo profilo per firefox 3, assegnagli un nome e selezionalo. Puoi cancellare il profilo di Firefox 2 se non vuoi più utilizzarlo.

firefox -ProfileManager &

Ora puoi cliccare sull’icona nel desktop e si avvierà Firefox 3

Ringraziamenti a  macles*




Aggiungere elementi al pannello

3 08 2008

Come sapete Linpus Linux possiede una vesione modificata di Xfce ma nonostante questo mantiene gli elementi originari.

E’ possibile personalizzare la taskbar andando proprio a richiamare il pannello originale ( xfce4-panel.old)
in seguito sarà possibile aggiungere elementi .

Ma vediamo subito come fare:

  • Per prima cosa terminiamo il processo xfce4-panel premendo Ctrl+Alt+Canc, andando in processes e cliccando col tasto destro del mouse su quel processo scegliendo Kill process
  • Ora premiamo Alt+F2 e scriviamo xfce4-panel.old ed apparirà di nuovo la barra sottostante.
  • Clicchiamo col destro sulla barra e selezionando la voce Aggiungi elementi apparirà una lista di elementi che possiamo trascinare a nostro piacere posizionandoli sulla barra.
  • Una volta terminate le modifiche dovremo premere nuovamente Ctrl+Alt+Canc, selezionare questa volta il processo  xfce4-panel.old e terminarlo come spiegato prima.
  • Premiamo di nuovo Alt+F2 e scriviamo xfce4-panel.

E possibile fare ciò anche in modo molto più semplice:

  • Premiamo Alt+F2 e scriviamo xfce4-panel -a
  • In seguito è possibile aggiungere gli elementi al pannello trascinandoli nella posizione desiderata

Si possono aggiungere vari elementi come il cestino o il menu di Xfce.

Ecco per esempio come appare il mio menu

Ringrazio BlastK per la segnalazione nei commenti ; )




Abilitare Compiz sull’Aspire One

2 08 2008

Pochi sapranno che distribuzione di Linpus Linux, che a molti sembra molto limitata e troncata, in realtà contiene molti strumenti e molte potenzialità in più di quelle che ci ha fatto credere Acer la prima volta che lo abbiamo acceso.

Girovagando tra le impostazioni ho trovato il modo per abilitare Compiz fusion perfettamente integrato nella distribuzione.

  • Per prima cosa vi consiglio di attivare l’advance mode per proseguire in modo più comodo seguendo la mia guida.
  • Una volta fatto ciò cliccate col destro -> Impostazioni -> “CompizConfig Settings Manager
  • Si apriranno le impostazioni per configurare Compiz come il Desktop a Cubo o le fineste “gommose
  • Chiudete e cliccate “Alt + F2” e scrivete “compiz-manager” dando l’invio
  • Ecco a voi Compiz abilitato.

Per cambiare i temi dovremo installare il pacchetto di temi per Emerald (il gestore dei temi di Compiz)

  • Autentichiamoci come root aprendo il terminale e scrivendo “su” dando poi l’invio e mettendo la password
  • scriviamo:
     yum install emerald-themes
  • Confermiamo ogni eventuale richiesta ed una volta terminato clicchiamo col tasto destro -> impostazioni -> “Emerald Theme Manager

Et voilà ora potrete sbizzarrirvi con i vari effetti ed i vari temi.

  • Per impostare Compiz all’avvio del sistema operativo (rallenta leggermente il caricamento) aprite da terminale:

xfce4-autostart-editor

  • cliccate su aggiungi e, dopo aver inserito il nome che volete digitate nella casella comando:

compiz-maganer

Se volete eccovene un assaggio:





Leggere e scrivere su hard disk ntfs

1 08 2008

Oggi pomeriggio avevo bisogno di accedere ad alcuni documenti che ho nel mio hard disk esterno usb in una partizione ntfs.

Dopo averlo collegato al piccolino l’hard disk non veniva visto.

Per attivare la visualizzazione del file system ntfs dobbiamo installare un pacchetto aggiuntivo tramite terminale.

La procedura è molto semplice:

  • Aprite il terminale (tasto destro se avete l’advance mode abilitata) cliccando su “Documenti” per aprire il file manager e poi trovate la voce nel menù File
  • Scriveresu” e premere invio
  • inserire la password impostata alla configurazione iniziale (per accedere come root o account ammninstratore)
  • Scrivere
    yum install ntfs-3g

    e premere invio

  • Alla richiesta di conferma “[y/N]” premere “y”

una volta finito il procedimento collegate il vostro dispositivo e verrà riconosciuto immediatamente.





Abilitare l’advance mode in pochi passi

1 08 2008

Ed ecco a voi una guida veloce veloce a prova di utonto per abilitare l’advance mode con la quale avremo la possibilità di installare programmi aggiuntivi ed eseguire quelli non presenti nell’interfaccia classica oltre che a molte altre cose.

  • Per prima cosa cliccare su documenti o su musica o comunque aprire il file manager
  • Cliccare su File ed aprire il Terminale
  • Premere Alt+F2
  • Scrivere xfce-setting-show e dare invio
  • A questo punto si aprirà una finestra, qui dovremo cliccare su “Desktop”
  • Andare nella seconda scheda “Behavior” e aggiungere la spunta a “Show desktop menu on right click”

A questo punto tornando al desktop basterà cliccare col tasto destro in un punto vuoto ed apparirà un nuovo menù più completo ed utile.

Update: Guida aggiornata e semplificata
Update2: Corretto grazie a Matteo





Recensione Acer Aspire One

1 08 2008

Eccomi qui a recensire il mio neoacquisto: l’Acer Aspire One A110L.

Ieri mattina dopo essere tornato dall’Euronics non ho resistito ed ho subito aperto la piccola confezione del netbook di color Sapphire Blue.
La scatola contiene il pc (beh ovvio!), la batteria da 3 celle, l’alimentatore, una semplice ma abbastanza elegante borsa di pelle ed i vari manuali di istruzioni con il cd di ripristino.

Il design è molto curato: il colore blu esprime professionalità e i tondi rossi ai lati lo rendono sportivo.
Al lato destro è possibile vedere il Kensington Lock, un lettore di schede di memoria (SD,MMC, Memory Stick / PRO, xD-Picture Card) due Usb e i jack per un microfono e per le cuffie, nel lato frontale è presente un pulsante a scorrimento che permette l’attivazione della scheda wifi e nel lato sinistro vi è la presa per l’alimentazione, una uscita Vga, una porta ethernet RJ-45, un altra Usb ed infine un lettore di schede SD molto particolare perchè inserendovi una SD andrà ad aumentare la ridotta capienza della SSD interna da 8 Gb.

Appena acceso l’Acer impiega circa 15 secondi per mostrare la comoda interfaccia di Linpus Linux (derivato di fedora) sviluppata da acer, qualche secondo di più per connettersi alla rete wireless.

Il portatile si presenta leggero e maneggevole, ma anche molto solido dando l’idea di robustezza tipica dei normali notebook.
Le dimensioni sono di 24,8cm x 17,0cm x 2,9cm con 950 grammi di peso ed anche se è molto compatto non ha l’aria di un prodotto giocattoloso.
Lo schermo LCD da 8,9″ con tecnologia LED ha una risoluzione di 1024×600 ed è veramente luminoso, tanto che anche attaccati alla presa dell’alimentazione raramente lo si utilizzerà alla massima luminosità.

La tastiera è molto comoda e, anche se è piccola, è comunque possibile utilizzarla come una normale tastiera senza rischiare di incorrere in frequenti errori di digitazione.
Il trackpad non è comodissimo principalmente per i tasti posti lateralmente e non sotto come in tutti gli altri modelli, ma credo che sia solamente una questione di abitudine.

Sulla parte superiore dello schermo è presente un microfono ed una webcam da 0,3 megapixel che permette la cattura di immagini e di filmati oltre all’utilizzo di videochat con i più comuni programmi di IM.

Piccola parentesi sul processore Intel Atom che promette ridotti consumi ed i 512 mb di ram che consiglio di upgradare se si vuole installare Windows xp o qualsiasi altra distribuzione di linux che richiede maggiore memoria.

Per quanto riguarda la parte software la distribuzione Linpus sembrerebbe avere un’interfaccia molto più comoda a mio parere della easy mode di Xandros nell’EeePc con delle icone simili ad uno smartphone racchiuse in 4 aree (Connetti, Lavoro, Divertimento e File).
I programmi più comodi per i normali utilizzi del netbook sono già presenti all’interno ma con pochi passi si puo aggiungere la modalità avanzata per installare altri programmi.

Insomma sembrerebbe essere un ottimo prodotto…Voi che ne dite?





Ecco il piccolino

1 08 2008

Sto scrivendo da sotto le coperte del mio letto.

Ho finalmente comprato l’Acer Aspire One oggi all’Euronics di Sesto San Giovanni (MI) al Centro Sarca.
Arrivo con 300 euri tondi tondi e mi accingo a comperare l’ultimo netbook di colore blu che era rimasto esposto in vetrina.
Torno a casa, lo accendo ed ammiro la bellezza ed il luccichio della scocca gia sporca di ditate solo con il pensiero.

Le prime impressioni le avrete domani con una giornata di utilizzo alle spalle ma ora vi do un consigio:

Se comprate l’ultimo disponibile assicuratevi che non sia quello da esposizione o che almeno non sia stata gia fatta la prima configurazione, poiche appena tornato a casa ho dovuto prendere subito confidenza con il disco di ripristino e rìsistemare tutto da usb perche il commesso molto sveglio che aveva configurato l’acer al primo boot non si ricordava la password.

Buona notte col mio nuovo Acer Aspire One