Recensione Acer Aspire One

1 08 2008

Eccomi qui a recensire il mio neoacquisto: l’Acer Aspire One A110L.

Ieri mattina dopo essere tornato dall’Euronics non ho resistito ed ho subito aperto la piccola confezione del netbook di color Sapphire Blue.
La scatola contiene il pc (beh ovvio!), la batteria da 3 celle, l’alimentatore, una semplice ma abbastanza elegante borsa di pelle ed i vari manuali di istruzioni con il cd di ripristino.

Il design è molto curato: il colore blu esprime professionalità e i tondi rossi ai lati lo rendono sportivo.
Al lato destro è possibile vedere il Kensington Lock, un lettore di schede di memoria (SD,MMC, Memory Stick / PRO, xD-Picture Card) due Usb e i jack per un microfono e per le cuffie, nel lato frontale è presente un pulsante a scorrimento che permette l’attivazione della scheda wifi e nel lato sinistro vi è la presa per l’alimentazione, una uscita Vga, una porta ethernet RJ-45, un altra Usb ed infine un lettore di schede SD molto particolare perchè inserendovi una SD andrà ad aumentare la ridotta capienza della SSD interna da 8 Gb.

Appena acceso l’Acer impiega circa 15 secondi per mostrare la comoda interfaccia di Linpus Linux (derivato di fedora) sviluppata da acer, qualche secondo di più per connettersi alla rete wireless.

Il portatile si presenta leggero e maneggevole, ma anche molto solido dando l’idea di robustezza tipica dei normali notebook.
Le dimensioni sono di 24,8cm x 17,0cm x 2,9cm con 950 grammi di peso ed anche se è molto compatto non ha l’aria di un prodotto giocattoloso.
Lo schermo LCD da 8,9″ con tecnologia LED ha una risoluzione di 1024×600 ed è veramente luminoso, tanto che anche attaccati alla presa dell’alimentazione raramente lo si utilizzerà alla massima luminosità.

La tastiera è molto comoda e, anche se è piccola, è comunque possibile utilizzarla come una normale tastiera senza rischiare di incorrere in frequenti errori di digitazione.
Il trackpad non è comodissimo principalmente per i tasti posti lateralmente e non sotto come in tutti gli altri modelli, ma credo che sia solamente una questione di abitudine.

Sulla parte superiore dello schermo è presente un microfono ed una webcam da 0,3 megapixel che permette la cattura di immagini e di filmati oltre all’utilizzo di videochat con i più comuni programmi di IM.

Piccola parentesi sul processore Intel Atom che promette ridotti consumi ed i 512 mb di ram che consiglio di upgradare se si vuole installare Windows xp o qualsiasi altra distribuzione di linux che richiede maggiore memoria.

Per quanto riguarda la parte software la distribuzione Linpus sembrerebbe avere un’interfaccia molto più comoda a mio parere della easy mode di Xandros nell’EeePc con delle icone simili ad uno smartphone racchiuse in 4 aree (Connetti, Lavoro, Divertimento e File).
I programmi più comodi per i normali utilizzi del netbook sono già presenti all’interno ma con pochi passi si puo aggiungere la modalità avanzata per installare altri programmi.

Insomma sembrerebbe essere un ottimo prodotto…Voi che ne dite?

Annunci